Sansa

Sansa ed il Fatto, scoprono l’acqua calda.

Sansa ed il Fatto, scoprono l’acqua calda. E si arrabbiano pure al punto che al “giornalista” Sansa viene il sangue agli occhi per colpa di Luigi Di Maio.  Sansa non si è informato, noi del M5S lo abbiamo fatto.

Sansa ed il Fatto, scoprono l’acqua calda. Nel corso della trasmissione TAGADA’ , il sig. Sansa “sbarella” in modo inaudito, pronunciando parole forti contro Di Maio, reo di aver chiesto chiarimento sulle notizie che sono uscite sui giornali.

                                   

Si parla di navi di alcune ONG (Organizzazioni Non Governativa) (praticamente organizzazioni private) che si spingono in maniera molto strana fino a pochissime miglia in mare libico a caricare emigranti (PRIMA “STRANEZZA”) e SECONDA “STRANEZZA” non li portano, come parla la legge MONDIALE sui salvataggi in mare, nel porto più vicino CHE E’ IN TUNISIA. non lo vuoi portare in Tunisia?, allora li porti a Malta, secondo porto più vicino. Le navi costeggiano Malta ma non si fermano minimamente e li portano in Sicilia. PERCHE’? ABBIAMO DIRITTO DI SAPERE PERCHE? HA DIRITTO IL PARLAMENTARE E CITTADINO DI MAIO, DI SAPERE PERCHE’ SUCCEDE QUESTO??? SIG. SANSA DECIDE LEI SE ABBIAMO DIRITTO DI SAPERE SU UNA COSA DI CUI SI DISCUTE DA MESI?? O IL “SANGUE AGLI OCCHI LO HA ACCECATO??

Secondo il Sig. Sansa, non abbiamo diritto di sapere: 1) Come mai nonostante andiamo a prenderli in Libia, i morti sono aumentati in modo VERTIGINOSO??   2) Perchè le navi fanno viaggi lunghissimi e dispendiosi, invece di portarli in Tunisia o Malta e potrebbero fare più viaggi e salvarne di più???  SIG. SANSA CE L’HO SPIEGHI LEI. 

Sig. Sansa e FATTO QUOTIDIANO, quando si parlava di queste stranezze comportamentali DI ALCUNE NAVI DELLE “ONG”, SE NE E’ PARLATO AL PARLAMENTO DI BRUXELLES A Novembre 2016, ne ha parlato mesi fa il FINANCIAL TIMES e tanti altri giornali, sono stati fatti tantissimi video su questa “strana pratica”. TU ED IL TUO GIORNALE DOVE ERAVATE RINTANATI. Guardati queste immagini.

Noi del M5S vogliamo salvare i profughi in mare, vogliamo un’accelerazione dei controlli su chi ha diritto a rimanere in Italia ed un’accelerazione dei rimpatri. Coloro che hanno i requisiti a rimanere debbono essere distribuiti in relazione al numero di abitanti ed alle possibilità tra tutti i 28 Paesi dell’Unione.

Inoltre PENSIAMO CHE IL PROBLEMA DEBBA ESSERE RISOLTO A CASA DELLE PERSONE, AIUTARLI LI A FAR CRESCERE LORO ED IL LORO PAESE. SE NON COMINCIAMO MAI, MAI PROVEREMO A RISOLVERE “VERAMENTE” IL PROBLEMA.

NON FACCIAMO GLI IPOCRITI, I PROBLEMI LI VOGLIAMO AFFRONTARE E TUTTA LA COMUNITA’ MONDIALE PIU’ SVILUPPATA DEVE RENDERSENE CONTO. ASPETTARE NON PORTERA’ NULLA DI BUONO. LA GENTE AFFAMATA, MALATA, “MESSA ALL’ANGOLO” PRIMA O POI SI RIBELLERA’.

Nel prossimo articolo faremo una ricostruzione cronologica dei fatti, COSI’ PURE IL SIG SANSA ED IL FATTO QUOTIDIANO SCOPRIRANNO COME STANNO LE COSE.