LA RAGGI NON SI DEVE DIMETTERE, ROMA NON LA ABBANDONIAMO, il Bancomat Roma è chiuso.

LA RAGGI NON SI DEVE DIMETTERE, ROMA NON LA ABBANDONIAMO, il Bancomat Roma è chiuso è QUESTO LI STA FACENDO IMPAZZIRE. LA RAGGI NON SI DEVE DIMETTERE, NEANCHE SE RINVIATA A GIUDIZIO. Non volgeremo l’altra guancia per prendere un’altro schiaffo. ORA BASTA, PER ROMA REGOLE SPECIALI, SOLO PER ROMA. Neanche un passo indietro su Roma.

Abbiamo fatto un patto con i cittadini romani, ridare dignità ad una città vilipesa, stuprata, saccheggiata (come neanche i barbari riuscirono a fare), senza possibilità di cambiamento, perchè governata in modo dittatoriale, da un sistema marcio e colluso. NON TRADIREMO IL PATTO.

Ci hanno accusato di non voler sporcarci le mani, ci hanno aizzato contro una canea di lacchè e servi per anni, una campagna di denigrazione che neanchè Joseph Goebbels, ministro della propaganda nazista, avrebbe avuto l’ardire di mettere in campo. Ora dargli partita vinta SAREBBE UN DELITTO per tutto quello che abbiamo dovuto ingoiare e per tutto il lavoro fatto. LA SINDACA RAGGI NON SI TOCCA ad una guerra sleale A ROMA RISPONDEREMO PER LE RIME.

Dovremmo ridare Roma a questi personaggi?: 

Mafia Capitale, Odevaine: “Buzzi mi dava 5.000 euro al mese, gli risolvevo problemi” 

Mafia Capitale, un giudice lascia: il processo ad Alemanno riparte da zero

Mafia Capitale, la contabile di Buzzi ritratta: «Non so a chi dava mazzette»

Ormai è chiaro come il sole che abbiamo tolto le mani della vecchia politica dal Bancomat Romano e la cosa ha fatto infuriare GLI AVVOLTOI che per decine di anni hanno volteggiato sulla città, buttandosi su ogni cosa che fosse possibile ingurgitare.

Tutti i tentativi ormai stucchevoli e ridicoli a tal punto di irritare l’opinione pubblica  E DIVENTARE AUTOLESIONISTICI, non scalfiranno minimamente il nostro obiettivo. Roma è la capitale del nostro paese, è la città più famosa al mondo, è la città che ha civilizzato gran parte del mondo (celebre il modo in cui,in un famoso film con Alberto sordi e David Niven, Albertone rispose cosi in merito alle latrine). Roma deve tornare ad essere quella.


Sordi – I due nemici – La Latrina

Ora la collusione politico – delinquenziale ci fanno fatto diventare lo zimbello del mondo e NON SARANNO I VOSTRI LURIDI TENTATIVI, I VOSTRI MAGHEGGI, LE VOSTRE PRESSIONI LECITE ED ILLECITE, CON I QUALI STATE COLPENDO ANCORA UNA VOLTA LA CITTA’ DI ROMA, a farci arretrare.

Per Roma non esiste nessun piano B. Il comportamento che Virginia Raggi e il MoVimento 5 Stelle devono tenere nel caso di vicende giudiziarie è esplicato nel codice etico e nel codice di comportamento che hanno firmato i portavoce eletti in consiglio comunale a Roma. Siamo vicini a Virginia in questo momento difficile e la giunta ha la nostra fiducia.

LA SITUAZIONE ROMANA è talmente grave e urgente CHE TUTTE LE FORZE POLITICHE UFFICIALI E NON, LECITE O ILLECITE, DEBBONO ASSUMERSI LA RESPONSABILITA’ DEL CONTINUO ATTACCO INGIUSTIFICATO AL GOVERNO DELLA CAPITALE. 

Cari Romani, a queste persone del vostro benessere e qualità di vita nella vostra città, non INTERESSA NULLA,  sono solo irritati (è un eufemismo) che il BANCOMAT ROMA E’ CHIUSO per loro. Non oso immaginare la quantità di denaro che grazie al Governo Italiano colluso con il governo Romano, finiva nelle tasche di migliaia di persone che non avevano nulla a che fare con la macchina operativa romana. Quante pressioni staranno ricevendo gente che aveva promesso e ora non può più mantenere.