PD e Vaccini.

PD e i Vaccini. Siamo governati da pazzi, ora è certo.

PD e i Vaccini. Siamo governati da pazzi, ora è certo. Giovanni Burtone, una delle migliaia di mine inesplose sul terreno politico del PD.

PD e i Vaccini. Siamo governati da pazzi, ora è certo. Non si spiega altrimenti che soprattutto il PD attaccano a testa bassa il M5S su tutto e FANNO DELLE INCREDIBILI FIGURE DI MERDA.

Catanese, 59 anni, con quattro legislature alle spalle, frequenta e sente spesso “il presidente”. Che conosce da più di 30 anni. Adesso in tanti lo inseguono, sperando magari di essere introdotti e poter parlare con Mattarella. CHI E’ COSTUI?? è Giovanni Burtone, una delle migliaia di mine inesplose sul terreno politico del PD. Siccome ne hanno sotterrate talmente tante, ogni tanto qualcuna esplode e da luogo ad arresti, avvisi di garanzia, rinvii a giudizio e condanne. UN PARTITO VERAMENTE AFFIDABILE. non cambiano mai.

PD e i Vaccini. Siamo governati da pazzi, ora è certo.

Giovanni Burtone – Il genio del PD

E’ colui che ha SPEZZATO LE RENI A RENZI, al PD e a tutte le forze politiche che percorrono le strade, anche più IGNOTE E PERICOLOSE, per tentare di fare del male al M5S.

Certo che un’autogol così clamoroso non si era MAI visto al PD, eh si che loro sono dei maestri nelle figure di merda. Ebbene hanno superato se stessi. 

Mi direte: “E cosa avranno mai fatto stavolta?”  Nulla se non fosse che in questi giorni in cui Renzi da un ordine perentorio ai suoi “sottoposti” e cioè: “ATTACCARE IL M5S SUI VACCINI, QUESTI DOVRANNO ESSERE LA LORO BANCA ETRURIA”,  peccato, peccato,quasi mi fà pena e tenerezza dove arrivi la sua incapacità, ma è proprio sfiga penso io. MA NON SI VANNO a scordare di aver presentato una PROPOSTA DI LEGGE “particolare” e fate bene attenzione a quello che c’è scritto. ALLUCINANTE.   

                        ALLUCINANTE E FOLLE

PROPOSTA DI LEGGE
d’iniziativa del deputato BURTONE
Istituzione della Giornata in ricordo delle persone decedute o rese disabili a causa di vaccinazioni
Presentata il 21 maggio 2013      
     Onorevoli Colleghi! Con la legge 25 febbraio 1992, n. 210, il Parlamento ha ritenuto di dover riconoscere un indennizzo a coloro che, a causa della somministrazione di vaccinazioni obbligatorie, hanno perso la vita o sono rimasti lesi in modo irreversibile e permanente.
      Con la successiva legge 29 ottobre 2005, n. 229, il Parlamento ha inteso riconoscere un ulteriore indennizzo a coloro che, sacrificando la loro vita, hanno contribuito alla tutela della salute pubblica.
      Non dimentichiamo, infatti, che queste vittime sono state o sono nella maggior parte dei casi bambini, «usati legittimamente» per preservare la salute della collettività. Sono vittime le cui famiglie sono state tenute all’oscuro del rischio reale in cui i loro cari sarebbero incorsi. Sono cittadini ai quali il diritto ad avere una vita normale è stato negato per tutelare il bene supremo della salute.
      Ricordiamoci, inoltre, che se i danneggiati dalla somministrazione di vaccini si trovano in questa situazione la colpa è da ricercare in chi ha compiuto una valutazione degli interessi collettivi al limite di quelle che sono state denominate le «scelte tragiche del diritto». Essi sono stati le vittime preventivabili in astratto di tali scelte, perché statisticamente rilevato. La stessa Corte costituzionale ha considerato i danneggiati dalla somministrazione di vaccini «come coloro che vanno in guerra e sacrificano la loro vita per il bene della popolazione».
      Per queste ragioni si ritiene di assumere il 29 ottobre, data in cui i familiari dei danneggiati dalla somministrazione di vaccini ricordano i loro cari deceduti o resi disabili a causa di vaccinazioni, quale giornata annuale della memoria collettiva.
      La presente proposta di legge, già presentata nel corso della precedente legislatura dal sottoscritto e dai colleghi Codurelli e Duilio, è molto sintetica: un unico articolo che dichiara il 29 ottobre «Giornata in ricordo delle persone decedute o rese disabili a causa di vaccinazioni». 

PROPOSTA DI LEGGE

Art. 1.
      1. La Repubblica dichiara il giorno 29 ottobre «Giornata in ricordo delle persone decedute o rese disabili a causa di vaccinazioni», al fine di onorare la memoria di quanti hanno contribuito, con il loro sacrificio, a tutelare il diritto alla salute dell’intera collettività.
      2. La giornata di cui al comma 1 non determina gli effetti civili previsti dalla legge 27 maggio 1949, n. 260.

http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/schedela/apriTelecomando_wai.asp?codice=17PDL0008020

IL PD IERI SI E’ LETTERALMENTE SCAPICOLLATO NEL RITIRARE IL DISEGNO DI LEGGE, MA LA FIGURA DI MERDA ERA GIA’ STATA FATTA.  E CHE FIGURACCIA DI MERDA.!!!!!
                                                                                                   

 
  • Archimede Corvino

    Sarebbe bene che il m5s facesse sua questa richiesta e la riproponesse.i danneggiati dai vaccini esistono.