LI HANNO FATTI MORIRE COME TOPI IN TRAPPOLA. Chi pagherà? NESSUNO.

Finora ritrovate 10 persone vive (anche 4 bambini), salvi la moglie ed il figlio del cuoco che aveva dato l’allarme. Si spera ce ne siamo molte altre, nelle sacche d’aria che si sono formate nell’albergo distrutto..

Guarda video Ansa (qui sotto)

QUESTA E’ UNA STORIA TOTALMENTE DIVERSA dalle altre che hanno colpito questo “incredibile Paese”. QUESTA VOLTA I COLPEVOLI SONO RINTRACCIABILI E CONDANNABILI. Non c’è stato nulla d’improvviso.

La “video cronistoria” di una tragedia già in corso. Nulla di improvviso.

Se guardate le Tv, i telegiornali, i giornali e le trasmissioni, piene di benpensanti ed esperti “DEL GIONO DOPO”, ascoltate parole già sentite decine, centinaia di volte e non sembrano accorgersi che questa volta non c’è stato nulla d’improvviso. Basta fare la video cronistoria delle ultime settimane: 

  • 6 Gennaio 2016 postavo sul nostro blog le seguenti immagini, preludio di previsioni critiche già annunciate.

     http://www.attivistam5s.com/cronaca/un-giorno-la-neve-sulla-costa-adriatica/


    8 Gennaio 2016 postavo sul nostro blog. Il maltempo aveva già inondato di neve tutto il centro Italia. (Zona terremotata compresa)                A Capracotta (IS) aveva nuovamente battuto il record mondiale di neve caduta in 18 ore (oltre 2 metri) La viabilità era già fortemente compromessa molte zone erano già irraggiungibili.  

     http://www.attivistam5s.com/cronaca/capracotta-molise-battuto-unaltro-record/


     8 Gennaio 2016 postavo sul nostro blog. Il maltempo, la neve e il grande freddo ha ucciso decine di persone.  

     http://www.attivistam5s.com/cronaca/capracotta-molise-battuto-unaltro-record/


    Dal 10 Gennaio ad oggi è stata un’escalation di nevicate di dimensioni importanti, AMPIAMENTE PREVISTE E COMUNICATE AGLI ORGANI COMPETENTI. Protezione civile, ministro dell’interno, regioni, province e comuni. Queste le previsioni del 17 Gennaio (mercoledi, prima del terremoto).

    http://www.3bmeteo.com/giornale-meteo/meteo-italia–vortice-invernale–maltempo-e-neve-fino-a-gioved–131556


    Le previsioni del 17 gennaio (prima del terremoto) sull’Abruzzo, dove le nevicate sarebbero continuate ancora, già da lunedi 16 le nevicate erano straordinarie e non solo le strade verso i piccoli centri erano impraticabili, MA ADDIRITTURA LE STRADE STATALI, Tra le quali la Salaria è rimasta chiusa per 3 giorni, L’UNICA STRADA CHE SI PUO’ USARE PER LE ZONE TERREMOTATE. 3 GIORNI, UNA FOLLIA.

    http://www.3bmeteo.com/giornale-meteo/meteo-abruzzo–maltempo-con-neve-a-quote-molto-basse–lento-miglioramento-da-gioved–131564


     

     

  • Poi siamo arrivati al passo finale della tragedia e DELL’INEFFICENZA DELLO STATO ITALIANO, la slavina di neve che ha ucciso quelle povere persone che chiedevano da ore di essere evacuati, terrorizzati dal sopraggiunto terremoto. OLTRE 2 METRI DI NEVE NON SI FORMANO IN 3 ORE. Le scosse forti sono iniziate alle 11 circa fino alle 15 circa. QUESTO SIGNIFICA CHE L’ALBERGO ERA GIA’ IRRANGIUNGIBILE DA ALMENO (MINIMO) 1-2 GIORNI (all’insaputa dei clienti) E NON PASSAVA NEANCHE PER L’ANTICAMERA DEL CERVELLO AI RESPONSABILI, di mandare qualcuno a pulire la strada. SIAMO UN PAESE DA VERGOGNA MONDIALE, noi affoghiamo in un bicchiere d’acqua.

    Voglio chiudere questo articolo con una beffa ricorrente in Televisione: I VOLONTARI, LA PROTEZIONE CIVILE, IL CAI, sono stati eroici e instancabili. VERISSIMO, MA PUOI AVERE ANCHE 10 MILIONI DI PERSONE A DISPOSIZIONE, con le mani nude, pale e le auto e SENZA I MEZZI AGGIORNATI E GIUSTI (VEDI TURBINE). SONO QUASI INUTILI.

Salva