Aziende e cittadini “OSTAGGI DELLE BANCHE” Spezziamo le catene.

Dal programma del Movimento 5 Stelle, in merito alla riforma del Sistema bancario.

Prima vi racconto un aneddoto successo a me. Ho chiesto un mutuo in banca di 20000 euro come privato (l’ho precisato perchè c’è un mondo di differenza), ecco i risultati.

Ecco la mia risposta al direttore della banca: 

Caro xxxxxxx,  ho dei soldi che non mi rendono niente o quasi. Non credo mi convenga aprire un prestito dove in 3 anni ho rimesso 1800 euro circa a fronte dei vostri depositi che danno lo 0.1% se non lo 0% pagando pure le spese per la gestione conto, vi debbo rifare dei soldi a voi.

Ma un tasso del 6,59 è assurdo. SCUSA MA CHE SPREAD AVETE RISERVATO PER VOI?  VISTO CHE COMPRATE I SOLDI A 0% dalla BCE (Banca Centrale Europea).?

Se a me, come commerciante, qualcuno viene qui e mi dice, “ ti do la merce e me la paghi quando l’hai venduta ed incassata”, invece di mettere un ricarico del 30% lordo, mi accontento del 20%, perché i miei costi bancari in termini d’interessi non li ho, non mi serve il castelletto o fido bancario e lavoro con il contante”.

Venderei di più, pagherei più tasse (non come percentuale CHE INTENDIAMO DIMINUIRE) ma come volume di fatturato e l’economia ne beneficia tutta.

Sembro “Don Chisciotte contro i mulini a vento??” forse si, ma la matematica non è follia, come quella di Don Chisciotte.

Morale della questione:  

Io non prendo il mutuo o prestito,

Vi tolgo una parte dei soldi con cui lavorate e guadagnate (senza riconoscermi un centesimo per averveli prestati)

Pago contanti la macchina ed avete rimesso su tutta la linea.

 

 

MA SE SIETE COSCIENTI DI QUESTO RISCHIO, c’è qualcosa di strano nelle vostre strategie!!!!

Evidentemente  il vostro target non sono quelli che sopravvivono,  voi lavorate e massacrate le aziende e persone che si barcamenano “border line” rispetto alla crisi e quelli che  stanno in crisi, per non dire nella merda. (tipico degli strozzini).

Praticamente alle aziende e le persone con l’acqua alla gola, voi “aggiungete il coltello alla gola”.

Comincio a pensare che alle banche convengono i momenti di crisi (anzi piu’ grandi sono e meglio e’).

Ehh  si, perche’ praticamente non rischiate nulla, se andate in crisi, magari per aver regalato milioni e milioni ai vostri amici o a quelli dei politici, senza garanzie e senza nessuna speranza di averli indietro, i soldi dei risparmiatori, per lo piu’ truffati. (vedi mps, pop vicenza, etruria. ferrara, marche, chieti) vi pareranno il culo.

Come dicevo voi banche non rischiate nulla, vi nascondete dietro a donne e bambini come ostaggi (chiaramente sono la metafora dei cittadini e delle loro famiglie) che vivono questo ruolo: 

1) li fate passare per stupidi per non aver controllato cosa firmavano.

2) sono quelli che perdono i soldi

3) sono quelli che agli occhi dell’opinione pubblica non possono essere vittime (almeno non tutti).

4) non sia mai che vengono licenziati i vostri dipendenti, è un problema si sicurezza nazionale o che fallisce la banca.

5) giusto per la cronaca molti dipendenti bancari hanno perso tutto (TFR e investimenti che erano obbligatori fare nella banca dove lavoravano) e hanno firmato un patto di non divugalbilita’ sulle condizioni pattuite (rinunciare a tutto o quasi del dovuto) se volevano mantenere il posto di lavoro. (praticamente a livello di gestapo).

Cari industriali, aziende medio piccole, artigiani, commercianti (miei colleghi), ecc.ecc. voi avete impegnato il lavoro di una vita, perche’ come impresa privata, avete messo in gioco pure la vostra casa. voi rischiate tutto perche’ come me, sottostate alla regola del rischio d’impresa.

Ma le banche sono aziende private. Come mai loro il rischio d’impresa non ce l’hanno o minimo. (paga sempre Pantalone).

Noi del movimento 5 stelle, se ci darete fiducia, (spero tanto che abbiate il coraggio di provare qualcosa di diverso), incominceremo che il sistema di controllo bancario sia più stringente,

Che il governatore della banca d’italia sia nominato dai 2/3 del parlamento e non espressione del governo in carica

Che si sappia chi non ha fatto il proprio dovere, con l’intervento del penale, nei casi piu’ gravi.

IL MOVIMENTO 5 STELLE punta a instaurare un sistema bancario in cui operi una netta separazione tra banche d’affari che speculano sull’economia finanziaria e banche commerciali, le uniche autorizzate a raccogliere i depositi per finanziare famiglie e imprese.

                                                                                       

GLI STATI UNITI  risposero alla grande depressione del 1929 con il glass-steagall act del 1933, poi abolito da Bill Clinton alla fine del suo secondo mandato.

Pure in Italia esisteva una legge bancaria, datata 1936, che separava nettamente banca e industria e ribadiva la funzione pubblica dell’attività degli intermediari. anch’essa fu smontata dalle riforme del 1993 e, dopo decenni di sostanziale stabilità del nostro sistema del credito, è accaduto quello che è sotto gli occhi di tutti.

Dunque, è necessario oggi separare i destini dei nostri risparmi e dei nostri depositi dalle perversioni degli speculatori che giocano con oscillazioni e volatilità dell’economia di carta.

Bisogna ripristinare l’interesse pubblico dell’azione degli intermediari finanziari ed è necessario incentivare sia il ritorno a una vera “biodiversità” bancaria (evitando ad esempio di mortificare le popolari e le cooperative nel settore) sia un’omogenea distribuzione delle istituzioni bancarie sul territorio.

Vi prego fate leggere questo articolo, la gente deve sapere PRIMA DI ANDARE A VOTARE. Poi possono votare chiunque vogliano loro, liberamente, grazie.